fbpx

Chi sa solo di farmacia non sa nulla di farmacia

64
Share

Sì, ho adattato una frase famosa al settore della farmacia. E questo è un esempio di ciò che si deve fare nel business.

Mi riferisco a tutte quelle persone che ritengono l’essere verticali l’unica competenza che conta.

Purtroppo non è così. Nel mondo di oggi è fondamentale avere una competenza a T oppure addirittura a pettine.

Mi spiego meglio. Una competenza a T significa essere generalisti ma avere un settore in cui si è profondamente verticali. In cui si sa tutto di quello.

La conoscenza generalista d’altro canto serve per dare un senso alla competenza verticale e per contestualizzarla.

La competenza a pettine ovviamente è un’evoluzione della competenza a T e significa cercare di essere verticali in almeno 3-4 ambiti diversi. Questo permette di poter operare una contaminazione tra i vari settori.

Essere (estremamente) competenti in un solo settore può essere quindi un rischio.

Il rischio infatti è vedere e valutare tutto secondo alla stessa ottica.

Se l’unico arnese che possiedi è un martello, ogni cosa che vedrai ti sembrerà un chiodo.

Bill Gates

Significa che sviluppare un unico punto di vista ti porterà sempre e solo ad approcciare i problemi in un unico modo. 

Ovviamente il ventaglio di soluzioni che si possono trovare diventa estremamente limitato.

Ti dico questo perché mi capita spesso di vedere questo atteggiamento in farmacia. 

Non sto dicendo che sia facile e ad essere sinceri non è colpa di nessuno se siamo arrivati a questo livello. Purtroppo però il mondo della farmacia si è complicato estremamente ed essere verticali solo nel campo scientifico si rivela essere più un rischio che altro.

La realtà è che la farmacia, è un’azienda. Certo, unica nel suo genere, ma sempre un’impresa.

Ecco che, in un mondo iper competitivo e mutevole come quello di oggi, avere una visione più ampia è essenziale.

Fatti contaminare e prendi spunto dalle aziende più diverse che esistono nel mondo.

Strategie di marketing, gestione del personale, design thinking, qualsiasi cosa può esserti utile per migliorare la tua farmacia e portarla ad un altra dimensione.

Ti faccio un esempio: se vivi la farmacia da almeno 5 anni non potrai non aver notato l’importanza sempre maggiore del category management per quanto riguarda l’esposizione.

Il category management è un modo di esporre la merce nel punto vendita suddivisa per categorie per rendere la merce più facilmente “trovabile” dal cliente e favorire quindi la libera vendita.

quando il category ancora non serviva in farmacia
quando il category ancora non serviva in farmacia

Chiaramente le farmacie che la utilizzano bene hanno un vantaggio competitivo non indifferente perché il cliente che entra in quella farmacia riuscirà ad orientarsi più facilmente e quindi ad accedere ad un maggior numero di prodotti in autonomia, senza prima recarsi a banco e chiedere al farmacista, con inevitabile perdita di occasione.

Ecco, il category management nasce con la GDO, la grande distribuzione organizzata. I supermercati per intenderci.

Se anche se ti sei trovato “sperduto” in un supermercato avrai sicuramente alzato lo sguardo per capire in che reparto ti trovavi e per capire dove potevano trovarsi le uova.

I cartelli che trovi oggi in farmacia non sono altro che gli stessi che trovi al supermercato. È da li che vengono.

Ma pensa anche alle spedizioni a casa della merce.

Fino a due mesi fa sembrava utopia parlare di home delivery applicato alla farmacia.

Solo pochi early adopters si erano lanciati in questa nuova pratica.

Oggi, grazie anche al coronavirus, è realtà, per il 90% delle farmacie.

La consegna dei prodotti a casa però esiste da anni in tantissimi settori: dal food al fashion; dal tech all’arredamento.

Oggi una farmacia che dispone di un servizio di home delivery non offre nessun valore aggiunto rispetto alla maggior parte dei suoi competitor, quando invece poteva essere un elemento differenziante molto forte fino a qualche mese fa.

A questo punto è già più chiaro capire perché è importantissimo avere le antenne drizzate per captare idee e trend emergenti e farsi contaminare.

Farsi contaminare il più possibile.

Questo ti permetterà di essere più avanti, basta anche di poco, rispetto alla concorrenza. Quanto basta per abbracciare le novità più velocemente degli altri.

Ricorda che non serve adottare una novità al 100% prima degli altri, basta anche solo averla vista abbastanza per accettare la novità più facilmente e capirne presto le potenzialità.

Esempi del genere potrei farli per qualsiasi aspetto della farmacia o della gestione aziendale più in generale.

Ma se leggi il mio blog li troverai sparsi nei vari articoli.

A presto

Francesco

Related Posts
64 Comments
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *